Rilievo plano-altimetrico con drone

Ai fini della creazione del modello digitale del terreno, l’area in esame (150 ettari) è stata rilevata per via aerofotogrammetrica attraverso l’impiego di un drone multirotore dotato di una fotocamera ad alta risoluzione.

Sono state programmate 17 distinte missioni automatiche del velivolo sotto il controllo di operatori riconosciuti dall’Ente Nazionale Aviazione Civile. Durante ciascun volo in drone ha scattato foto garantendo una sovrapposizione tra un fotogramma e l’altro del 80 % longitudinale e 60 % trasversale. I parametri della camera (ISO e tempo di scatto) sono stati tarati di volta in volta in relazione alle condizioni di luce.

Sono state acquisite 1643 immagini scattate a 80 metri di quota di volo. La dimensione del pixel a terra è risultata pari a 3,4 cm.

Per scalare e georeferenziare il modello fotogrammetrico sono state rilevate, con tecnica GNSS, le coordinate plano altimetriche dei targets cioè punti presenti nell’area in esame e chiaramente identificabili nei fotogrammi.

Dal modello tridimensionale è stato inoltre possibile ricavare un DEM (digital elevation model) con dimensione del pixel pari a 15 cm. Sono stati esclusi dalla modellazione gli elementi che non appartengono al terreno (edifici, vegetazione alta).